Notebook

Notebook 3: Aldo e Elisa

Aldo era un ragazzo molto timido, ben educato, mai invadente, anzi aveva sempre paura di dar fastidio, molto intelligente. Fu veramente un buon acquisto. Tutto sommato non mi era andata male con i fratelli acquisiti. E’ vero che avrei preferito restare figlio unico, ma Anna e Aldo erano in gamba.

Anna vedeva e sentiva pochissimo suo padre. Aveva deciso di fargliela pagare. Io ero diventato il suo referente maschile. Aldo, per motivi di distanza, vedeva raramente nostro padre, ed anche lui in ogni caso aveva un atteggiamento molto ostile nei suoi confronti. Divenni per entrambi la figura maschile con cui confrontarsi. Mio padre, quando seppe che avevo conosciuto Aldo, avrebbe voluto che c’incontrassimo tutti e tre, ma io mi rifiutai categoricamente.

Come ho detto la mia vita cambiò radicalmente. Anna e Aldo mi chiedevano spesso consiglio, mi mettevano a parte delle loro confidenze, dei loro amori. Anna prima di mettersi insieme a Stefano volle il mio parere, me lo portò a casa e me lo fece conoscere. Stefano era proprio un bel ragazzo, uno dei più ricercati dalle ragazze. Ed era innamoratissimo, nonostante sapesse che con Anna sessualmente non avrebbe ottenuto più di tanto, aveva deciso che voleva stare insieme a lei.

Un giorno Aldo, mentre eravamo a tavola tutti e tre insieme, disse che c’era una certa Elisa, che gli piaceva parecchio e che sembrava anche lei molto interessata. Anna, una volta appurato di quale Elisa si stesse parlando, fu molto contrariata, parlandone in modo poco lusinghiero, definendola più volte puttanella. Ad Anna spiegai che, in certi momenti della loro esistenza, agli uomini serviva proprio quel tipo di ragazza. Anna non fu affatto felice del mio intervento, facendo a me e ad Aldo una filippica sui valori, e sul significato della verginità. Gli spiegai che se avessi incontrato tutte ragazze che la pensavano come lei, avrei avuto una ben triste vita sessuale, a dover fare tutto da solo. Preferii non scendere nei dettagli, ma Aldo, che ovviamente capì cosa volevo dire, sorrise sotto i baffi. “Infatti”, rispose Anna, come se non aspettasse altro, “mi sembra giunto il momento di trovarti una brava ragazza, così non sarai più solo. Non nel tuo ambiente, però, dove si trovano solo zoccole!” Poi cercò di provocarmi, chiedendomi cosa avrei detto se avessi saputo che con Stefano aveva rapporti completi. Ammetto che la cosa mi avrebbe infastidito, e non poco, ma non volli riconoscerlo con lei.

Aldo, dopo qualche giorno, uscì con Elisa, e dopo un po’ me la fece conoscere. Elisa era carina, ma soprattutto era dotata di una forte attrattiva sessuale. Guardarla e pensare al sesso, era una cosa sola. Qualche giorno più tardi la sorpresi, per caso, mentre si baciava in maniera appassionata con un ragazzo che non era decisamente Aldo, ma feci finta di non vederla e mi allontanai. Pensai che fosse talmente occupata ad accogliere con entusiasmo la lingua del fortunato sconosciuto, mentre esplorava con incontenibile curiosità i suoi pantaloni, da non fare caso a me. La sera stessa, sentii suonare alla porta di casa, andai ad aprire e mi trovai di fronte Elisa.

“Ti posso parlare?” fu il suo saluto, senza altri convenevoli. Poi varcò la soglia prima che potessi rispondere. “Pensi di dirglielo?” esclamò d’un fiato, mentre ancora mi stavo chiedendo cosa volesse. “No”, risposi quasi senza pensarci, e aggiunsi subito “Penso sia meglio che glielo dica tu”. La cosa strana fu che ero più imbarazzato io di lei. In breve, raggiungemmo un accordo: entro tre giorni lo avrebbe informato sull’accaduto. Cercai di spiegarle che se voleva un rapporto aperto, era giusto che anche Aldo potesse beneficiarne. Lei su questo non era molto d’accordo. Mi disse che era in grado di dare ad Aldo tutto quello di cui aveva bisogno, ma che comunque ci avrebbe riflettuto. Poi cominciò a raccontarmi una storia che probabilmente si era preparata. Mi disse che il ragazzo con cui l’avevo vista baciarsi era un suo ex. “Da come vi stavate baciando, non mi pareva tanto ex…” la interruppi io, con tono volutamente polemico. Elisa mi spiegò che mio fratello le piaceva tantissimo, ma che per il suo ex sentiva un’attrazione ancora molto forte, che per il momento Aldo non le faceva provare. Ripensai a quello che avevo visto e provai tenerezza per il povero Aldo. Devo dire che la sua sincerità mi colpì parecchio, anche se non mi stupì più di tanto.

Dopo soli tre giorni da quell’incontro, Elisa divenne parte effettiva della famiglia, senza non pochi mal di pancia da parte di Anna, che non sopportava per nulla la sua morale a dir poco libera. A questo punto Anna decise che per me era l’ora di fidanzarmi con una brava ragazza, quasi volesse salvare almeno me dalle grinfie di qualche puttanella, come le chiamava lei, visto che aveva perso la sua battaglia per salvare Aldo. Mi disse che lei conosceva la persona giusta, Francesca, una ragazza che frequentava la sua parrocchia, iscritta a uno di quei movimenti tipo “Gioventù Cattolica” o qualcosa del genere. Le spiegai che per me il sesso era importante, se ne facesse pure una ragione, e che queste ragazze che collegano il fare l’amore solo alla procreazione, dopo il matrimonio, di fatto non erano proprio il mio tipo. Anna disse che in questo campo non capivo niente, e che comunque conoscere Francesca non mi avrebbe fatto certo male. Quindi volle che andassi a prenderla a catechismo, per farmi conoscere la sua amica. E siccome era difficile dire di no ad Anna, accettai.

Standard

7 risposte a "Notebook 3: Aldo e Elisa"

  1. Pingback: Notebook 24: parliamo di sesso | Centoquarantadue

  2. Pingback: Notebook 32: Aldo, Elisa e Monica | Centoquarantadue

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...