Notebook

Notebook 11: ma che bella idea!

A Francesca è venuta una nuova splendida idea, di quelle a cui avrei voluto dire subito di no, ma non sono stato capace, purtroppo. Si è convinta, chissà perché, che avrei dovuto incontrare di nuovo i suoi genitori. Ha detto che conoscendoci meglio, avremmo potuto imparare ad apprezzarci. Sì, se suo padre non mi ammazzava prima. Se non altro, ha riconosciuto che i suoi genitori erano prevenuti nei miei confronti, e speravano ancora che lei potesse tornare con il loro perfetto, bravissimo, cattolicissimo, innamoratissimo Paolo.

Fosse stato per me avrei fatto molto volentieri a meno di questo nuovo incontro, ma non avevo scampo. Francesca ha pensato di organizzare una cena da me. Il fatto che sia proprietario di un appartamento sembra cosa molto gradita ai suoi. Anche il fatto che abbia un ottimo lavoro sembra molto gradito ai suoi genitori. Potrebbero persino passar sopra al fatto che non sono cattolico. E per far conoscere tutta la famiglia, ha proposto di invitare anche Aldo e Anna, senza i rispettivi partner però. Ho immaginato che fosse per evitare Elisa, ma non ho detto niente. Mia madre per il momento era meglio lasciarla perdere, secondo Francesca.

È bello avere qualcuno che pensa anche per te, anche se quello che pensa non è affatto il tuo pensiero.

A mia madre però non è piaciuto il fatto che Francesca la considerasse persona poco gradita. Finora non era mai intervenuta nella mia vita sentimentale, ma in questo caso, la questione le ha dato particolarmente fastidio, quindi ha preteso l’invito. Ha detto che per la prima volta mi vedeva pericolosamente innamorato, quindi era bene che anche lei partecipasse in modo attivo.

“Se loro vogliono giudicare, giudicheremo anche noi. E poi ti posso dare una mano in cucina”. Questa la scusa ufficiale per giustificare la sua presenza, anche se in realtà ho sempre cucinato molto meglio io di lei. Francesca non era d’accordo, sentiva odore di guai, ma in ogni caso non poteva dire di no. Quando mia madre si impunta, nessuno riesce a farle cambiare idea. In questo senso è molto simile ad Anna.

Già così era complicato. Poi mi telefona mio padre, che aveva sentito da Aldo della cena, e mi dice che per quella data lui sarebbe stato in città, se per caso… Non so ancora perché, ma gli ho detto che mi avrebbe fatto piacere se fosse venuto anche lui. Francesca d’altronde non lo conosceva, quale migliore occasione: mio padre, mia madre, mia sorella e mio fratello, mai stati prima tutti insieme sotto lo stesso tetto, riuniti per una bella cena con i genitori di Francesca. Cosa poteva mai andare storto?

La serata sarebbe stata perfetta, tutto avrebbe funzionato perfettamente, mia madre una splendida padrona di casa, mio padre uno strepitoso, grande intrattenitore, intelligente, colto e spiritoso. Aldo e Anna, inappuntabili. Mi tremavano le gambe, però ero stupidamente convinto che sarebbe potuto andare tutto bene. Non avevo previsto un piccolo, trascurabile problema.

Quello che non avrei mai potuto prevedere era che il padre di Francesca si prendesse una sbandata per mia madre, e che la madre di Francesca sbavasse per mio padre. Ho notato subito come il padre di Francesca guardava mia madre, che, nonostante l’età, ha un fisico invidiabile ed è ancora piacente, e quella sera poi era obiettivamente splendida. E non sono stato sorpreso nemmeno dal fascino esercitato da mio padre sulla mamma di Francesca, al punto che si sono scambiati i numeri di telefono, con la scusa di contraccambiare l’invito. Ma il colmo della sorpresa l’ho avuto quando la sera stessa della cena, o meglio la notte, perché erano già passate le 2, mio padre è tornato da me per chiedermi se, per la mia relazione con Francesca, sarebbe stato un bene che lui si scopasse sua madre. Giuro che sono rimasto senza parole. Si è messo a discutere sui possibili pro e contro della cosa, esponendomi le sue strampalate teorie: secondo lui, se fosse andato a letto con la madre di Francesca, lei sarebbe passata sicuramente dalla mia parte, ma se poi, in un secondo momento, si fosse sentita rifiutata, si sarebbe vendicata, ostacolando in ogni modo la nostra relazione. Grazie, adesso sì che mi sentivo meglio.

Sarà stata l’ora tarda, forse la mancanza di sonno, o la cena rimasta sullo stomaco, ma che la madre di Francesca, in sole due ore, avesse deciso di avere una relazione extra coniugale, mi sembrava impossibile, per di più con mio padre. Tra l’altro mi era sembrata una donna tutta d’un pezzo, come si dice, casa e chiesa. Certo, a sua discolpa, andava considerato che il marito era un rompicoglioni di prima qualità, mentre mio padre era un uomo brillante e piacevole. Quindi, forse, era anche plausibile che si fosse potuta prendere una sbandata, ma da qui a mollargliela subito, c’era di mezzo il mare. Mentre ero lì che ci pensavo, è arrivato un messaggio sul telefonino di mio padre: era la madre di Francesca che gli dava appuntamento per il pomeriggio successivo. Improvvisamente mi è venuto in mente il mio collega anziano, ho avuto un tonfo al cuore.

La mattina dopo, mentre ancora dovevo riprendermi, mi ha chiamato mia madre dicendo che il padre di Francesca le aveva chiesto di poterla incontrare con una scusa. Era divertita e lusingata da questa cosa, e aveva accettato. La cena era stata davvero una gran bella idea…

Standard

21 risposte a "Notebook 11: ma che bella idea!"

  1. Alessandro Gianesini ha detto:

    Non ho capito il ruolo di Anna e Aldo in tutto questo: ci saran rimasti male, poveretti…

    Ci fosse stata anche Alessia e magari Elisa, allora sì che si sparigliava di brutto! 🤣🤣🤣

    Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...