Notebook

Notebook 26: Matteo

Matteo è da sempre il mio migliore amico, insieme a Gianni. Gli voglio un gran bene, ma è inaffidabile, non per cattiveria, per carattere. Non è capace di tenere un segreto, arriva sempre in ritardo, dice cazzate nei momenti sbagliati, e soprattutto non riesce ad avere un rapporto duraturo con una ragazza per più di una settimana. Gli piacciono troppo le donne, e lui piace troppo a loro. Suo padre dice che sono l’unico che riesce a tenerlo a freno.

Teoricamente adesso si è messo insieme a un’amica di Francesca che si è fatto presentare, perché gli piaceva moltissimo. Cotto così non lo vedevo da un pezzo, anzi, forse non lo avevo mai visto. Solo che a Matteo alcune parole sono completamente sconosciute, e una di queste è fedeltà. Particolare di non poco conto, Ilaria, la ragazza in questione, ha un caratterino non proprio raccomandabile.

Le cose sono andate così. Lei e Matteo dovevano uscire insieme, ma lui le ha telefonato dicendole che aveva un impegno di lavoro improrogabile, saltato fuori all’improvviso, e che quindi si sarebbero visti solo la sera. In realtà era una scusa per vedersi con una ragazza appena conosciuta, una ballerina sudamericana, pare molto disponibile. Tutto sarebbe filato liscio se Ilaria non avesse dovuto fare una commissione per la madre. Destino ha voluto che, per fare questa commissione, sia passata proprio di fronte al bar dove Matteo stava entrando in quel momento con la sua nuova conoscenza, che, come molte ballerine sudamericane, diciamo che non passa inosservata. Ma anche se fosse stata meno bella, sicuramente sarebbe stato difficile definirla “un impegno di lavoro improrogabile”.

Ilaria non è tipo che lascia correre. Ha parcheggiato l’auto, e ha mandato a Matteo un messaggio con scritto “Ti devo parlare urgentemente”. Matteo, che intanto era già seduto al tavolino con la nuova conquista, ha chiesto scusa alla ragazza ed è andato in bagno per telefonare liberamente a Ilaria. Lei, che nel frattempo aveva seguito i suoi movimenti da fuori, è entrata nel bar, si è seduta al posto di Matteo, presentandosi alla ballerina come la sua ragazza, e un attimo dopo è arrivata la chiamata di lui.

– “Amore, cos’è successo di così urgente?”

– “A che punto sei col tuo lavoro?”

– “Non ti dico che palle, ma il capo ci terrà qua almeno per altre due o tre ore.”

– “Ti volevo dire che puoi fare con calma, perché non è più necessario che stasera tu venga a prendermi.”

Matteo sapeva che Ilaria teneva tantissimo alla serata, perciò si era meravigliato.

– “Ma cosa è successo?” Nessuna risposta. Non sentendo più nulla e pensando non ci fosse campo, è uscito dal bagno e stava per andare a sedersi al tavolo quando si è accorto di Ilaria, seduta al suo posto, che lo stava fissando insieme alla ballerina.

“Finita la riunione di lavoro?”

Matteo si è bloccato lì dov’era, incapace di muoversi.

“Cosa fai, non hai neanche il coraggio di venire qui?”

Matteo sa benissimo che Ilaria in certi momenti è capace di tutto, quindi una parte di lui si sarebbe anche mossa, cercando una qualche scusa per giustificare la presenza della brasiliana, ma l’altra parte era letteralmente paralizzata.

“Sei proprio un mezzo uomo, non hai neanche i coglioni per venire qui, ma non ti preoccupare, me ne vado io. E tu, scusami per il disturbo, te lo lascio tutto quel verme.” Dette queste parole e salutata cordialmente la ballerina che, pur non capendo una parola di italiano aveva intuito la situazione, Ilaria era uscita a passo di marcia, davanti agli occhi divertiti di tutti gli avventori.

Era andata subito a sfogarsi con Francesca, ed era furibonda. Francesca poi mi ha raccontato il tutto, e se l’è presa con me, solo perché mi sono lasciato sfuggire un commento che non le è piaciuto.

“Matteo è stato uno scemo, si è fatto beccare come un bambino con le dita nella marmellata. Quando si fanno queste cose ci vuole molta attenzione.”

“Quando si fanno queste cose? Perché per te è normale quello che ha fatto, vero?”

Come al solito gli altri sbagliano ed io per riflesso ci vado di mezzo. Matteo è sinceramente innamorato di Ilaria, ha preso coscienza di aver fatto una cazzata, anche se ampiamente giustificata, a suo dire, dal culo della brasiliana. E anche senza averla vista, mi sento di dargli ragione. 

Il tutto era capitato per caso, non aveva fatto niente per farlo accadere. Era successo quasi senza che lui se ne accorgesse, almeno così ha detto. Ora, come si faccia a rimorchiare una ballerina e a darle un appuntamento, senza accorgersene, sinceramente non lo so, però forse può capitare.

Comunque sia, è il mio migliore amico e ha chiesto il mio aiuto per sistemare le cose. In realtà ha provato a chiedere aiuto anche a Francesca, ma con scarsi risultati. Ora, perché in certi momenti si dicano certe frasi, e qualcuno le prenda alla lettera, è difficile da capire. Gli ho detto quello che mi sembrava giusto in quel momento. Cose che si dicono in questi casi. Mai avrei pensato che sarebbe potuto succedere quello che è successo la domenica dopo.

Matteo ha voluto sapere a che ora era la messa a cui andavano regolarmente Francesca e Ilaria, e mi ha chiesto se per favore potevo accompagnarlo. Considerando che Matteo non aveva più messo piede in chiesa, credo, dalla sua cresima, la cosa mi ha meravigliato parecchio, ma non quanto quello che ho visto dopo. Ad un certo punto della messa, mentre tutti aspettavano di mettersi in fila per fare la comunione, si è alzato, si è avvicinato alla panca dove sedeva Ilaria, si è inginocchiato e si è rovesciato sulla testa il contenuto di un misterioso sacchetto che aveva portato con sé, e che mi ero chiesto per tutta la messa cosa potesse contenere.

Cenere. Si era cosparso il capo di cenere del caminetto, davanti ad un’incredula Ilaria, ammutolita da quella scena surreale. Matteo è così, imprevedibile, folle e temerario. A volte un po’ tonto. E mentre tutti si erano girati a guardarlo, ha chiesto perdono a Ilaria, dicendole che aveva capito quanto era importante per lui, e che se lei voleva, l’avrebbe sposata anche subito. A questo punto, purtroppo, è intervenuto Don Piero che ha afferrato Matteo per un braccio e l’ha trascinato in canonica, facendo segno a me e alle ragazze di seguirlo.

“Adesso mi aspettate qui, finché non finisco di dire la messa, ma poi ne riparliamo. Non finisce qua.”

Quando Don Piero è uscito ho aggredito Matteo, ben sapendo che in qualche modo ci sarei andato di mezzo anch’io.

“Ma sei impazzito? Come diavolo ti è venuto in mente?”

“Sei stato tu a consigliarmelo, mi hai detto di fare come quel re che si era cosparso la testa di cenere e si era inginocchiato davanti al Papa per chiedere perdono…”

“L’umiliazione di Canossa è un aneddoto, non un consiglio, un modo di dire, non un suggerimento.”

Francesca ha cominciato a ridere e Ilaria a sua volta le è andata dietro. Io le ho guardate, ho guardato Matteo ricoperto di cenere, mogio come un cane bastonato, e sono scoppiato a ridere pure io. Matteo era l’unico a non ridere. Solo dopo un po’ si è fatto contagiare da noi e si è lasciato andare anche lui a una risata, soprattutto quando ha visto che Ilaria non era più arrabbiata.

“Dicevi sul serio prima?”

“Serissimo.”

“Anche sul fatto di sposarmi?”

“Se vuoi, sì.”

Il suo tono di voce era un po’ meno sicuro di prima, ma per fortuna l’ho notato solo io. In quel momento è entrato Don Piero, che deve aver sentito le ultime frasi, perché sembrava non fosse più arrabbiato. Lui conosceva Matteo solo di nome, per quello che Ilaria gli aveva probabilmente raccontato, e l’idea di poter redimere un così grande peccatore deve averlo galvanizzato.

Risultato finale: al prossimo incontro del corso prematrimoniale ci sarà una nuova coppia.

≈ ≈ ≈ ≈ ≈

Chi volesse leggere le puntate precedenti, può trovarle nel menù in alto, raccolte nella cartella “Notebook”.

Standard

32 risposte a "Notebook 26: Matteo"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...