Racconti

Nontirare (Reblog)

Abbiamo chiesto a unallegropessimista di poter ripubblicare qualcuno dei raccontini che scrive sui suoi animali, cani, gatti e galline dalla personalità molto particolare, che trovano sempre il modo di bisticciare tra loro, prendendosi in giro e movimentando la vita dei padroni di casa. Abbiamo cercato la genesi di questi simpaticissimi racconti, e crediamo di aver trovato se non il primo, almeno uno dei primissimi post, in cui si scopre da dove deriva il nome del cane, Nontirare. Sul suo blog troverete tanti altri simpatici racconti, non solo sugli animali, ma anche su amici e colleghi di lavoro decisamente fuori dal comune.

unallegropessimista 5/03/2020

Nontirare

Stamattina ero in giro col mio cane, quando mi dice “che mi chiami cane nel tuo blog non mi piace”. Guardo stupito il mio cane, non perché mi parla, è da quando è cresciuta che lo fa, ma perché non vuole che la chiami cane. “Ma sei un cane, come vuoi ti chiami? Per nome non posso, hai un nome troppo particolare, sai che il mio blog è anonimo” dico.

Il mio cane mi guarda “cane non mi piace, è impersonale, e poi dà l’idea di maschio, e io sono una mega figa di cane” dice con voce un po’ offesa.

Il mio cane è femmina ed è bellissima, Dolce consorte le dice sempre che è la più bella del mondo, forse esagera un po’, ma bella è bella, ma non solo, è dolcissima, intelligente è intelligente, certo su l’obbedienza come tutte le femmine lascia a desiderare.

Camminiamo fianco a fianco, cerco una soluzione, quando il mio cane comincia a tirare, “non tirare!” dico.

Non tirare, il mio mantra i primi tempi da quando ho iniziato a portarla fuori col guinzaglio, un cane da slitta lo poteva essere tranquillamente. Alla mattina si mette davanti alla porta in modo che io non possa uscire senza di lei, e mi segue passo passo, ovunque vada è la mia ombra, e finché non prendo il guinzaglio mi guarda in cagnesco.

Usciti dal cancello comincia a tirare, ed io a dire “Non tirare”, solo al ritorno è l’inverso, io che tiro e lei che rallenta, annusa e piscia in continuazione.

Nontirare?” dico. Mi guarda contenta, le piace è abituata a sentirselo dire.

Nontirare, come detto, è un cane dolcissimo e mi fa sempre un mucchio di feste. In qualsiasi momento della giornata, giorno o notte che sia, anche se vado via solo 5 minuti, quando torno è come se fossero giorni che non mi vede, comincia a salutarmi con gioia e saltarmi addosso. Dolce consorte è molta lontana da questi standard, e figlia ancora meno.

Certo Nontirare ha una pecca, quando c’è il cibo di mezzo, ha un conflitto interiore, tra il venirmi incontro e il finire il cibo, normalmente prima finisce di mangiare rischiando di strozzarsi, e poi arriva di corsa. “Troppi gatti in giro” dice .

Abbiamo anche due gatti…

Standard

25 risposte a "Nontirare (Reblog)"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...