Passo a due

Uomini e donne: finalmente soli!

“Amore, quest’anno a capodanno siamo finalmente soli – mi ha detto – Facciamo una cenetta romantica e poi…” lasciando intendere un dopo cena interessante.
Mentre stavamo cucinando squilla il suo cellulare.
“Pronto? Ciao Francesca, no non disturbi, figurati…” e va nell’altra camera a parlare. Dopo mezz’ora torna. “Scusa amore, era Francesca” non fa in tempo a dirlo che il suo cellulare suona di nuovo “Pronto? Carla, ciao! No che non disturbi, non stavo facendo nulla d’importante” e va di nuovo nell’altra camera a parlare, mentre io continuo a cucinare da solo.

Dopo mezz’ora torna “Scusa amore, era Carla. Ma lo sai cosa mi ha detto?” non fa in tempo a finire la frase che risquilla il cellulare. “Ciao Silvia, non ci crederai, neanche un minuto fa stavamo parlando di te con Carla… no che non disturbi, tranquilla” e va di nuovo nell’altra camera a parlare…
Ormai è tutto pronto, anche senza il suo contributo.

“Amore è pronto!” grido da una stanza all’altra.

“Arrivo subito” e dopo un quarto d’ora arriva tutta sorridente. “Scusa amore, Silvia mi ha raccontato una cosa incredibile!” Non fa in tempo a finire la frase che il cellulare suona di nuovo. “Amore è mamma” mi guarda supplichevole, poi si alza e va a parlare nell’altra camera, dopo mezz’ora spunta dalla porta del soggiorno dicendo “certo che te lo saluto.”
Appoggia il cellulare e mi guarda stupita. “Ma hai già iniziato a mangiare senza di me!” 
“Amore, la pasta si raffreddava, sai che poi non è più buona” e in quel momento squilla il mio cellulare. “Pronto? Oh, ciao Veronica, si è qui, te la passo subito”
“È tua cugina: dice che ha provato a chiamare al tuo cellulare ma è sempre occupato…”

♥♠♥♠♥♠♥♠

Va bene stavolta hai vinto in partenza, mi arrendo. Non so se i cellulari siano stati inventati da una donna, ma sicuramente noi siamo quelle che ne fanno più largo uso. Una volta per sapere gli ultimi pettegolezzi dovevi aspettare di incontrare le amiche in centro o magari al bar, adesso invece, grazie al cellulare, le notizie ti arrivano in tempo reale direttamente a casa. In ufficio si captavano solo voci di corridoio, chiacchiere davanti alla macchinetta del caffè, cose di cui non si era mai certi, notizie che ci mettevano tantissimo a girare, e spesso nel tragitto venivano travisate o appositamente modificate. Ora invece, le novità viaggiano sul cellulare, e ci guadagnano in concretezza e veridicità. Ovviamente, una volta appresa la notizia, non possiamo fare a meno di comunicarla all’amica del cuore, che aspetta fiduciosa gli ultimi aggiornamenti. In più noi donne siamo tendenzialmente curiose per natura, perciò se ne metti insieme due, una che ha voglia di chiacchierare, l’altra curiosa di sapere, fa presto a venir fuori una telefonata di mezz’ora.
Che noi donne siamo chiacchierone, però, non è sempre un difetto. In realtà parliamo tanto perché siamo estroverse, ci piace raccontare e condividere. Non come voi che siete sempre stringati, laconici, stitici di particolari.

“Sai, Paolo e Laura si sono lasciati.”
“Come mai?”
“E io che ne so?”
“Come che ne sai? Informati! Mi dai una notizia così, senza ulteriori dettagli…”
“Ma tanto che ti frega? Sono affari loro.”

Come si fa, dico io, ad essere così superficiali, così indifferenti ai problemi degli altri. Certo che sono affari loro, ma se io mi trovassi a parlarne con qualche amica… se qualcuno mi chiedesse come mai si sono lasciati… io che rispondo? Che non lo so, perché tu ti accontenti di notizie approssimative, non indaghi, non fai domande, non approfondisci.
Ma il vero mistero è cosa ve ne fate voi uomini del cellulare. Quando vi chiamiamo, il telefono squilla per interi minuti prima che rispondiate, sempre che vi vada di rispondere.

“Ero occupato”

E allora? Cosa c’entra, scusa? Se suona il cellulare si risponde sempre, non è mica il fisso che lo puoi ignorare, e fai finta di non essere in casa. Il cellulare richiede risposta immediata. Sei esonerato solo se stai facendo un numero di giocoleria con le torce accese.

“Ma ero in bagno”

E ti sembra un motivo valido? Il telefonino si porta dietro anche in bagno per non perdere le chiamate. È stato inventato per essere sempre reperibili, altrimenti a cosa serve?
Quindi non puoi pretendere che una semplice cenetta intima sia un ostacolo a rispondere al cellulare. Al massimo, posso concederti di spegnerlo in camera da letto.
Anzi, meglio: lo mettiamo in vibrazione?

Standard

40 risposte a "Uomini e donne: finalmente soli!"

  1. mi sono divertito leggendo.. per me situazione incomprensibile perchè quando arrivo a casa prendo il telefono e praticamente lo butto in un cassetto… diciamo che non ho ne mai avuto un grande rapporto con il telefono… però ci ritrovo molti che conosco e mi ha fatto davvero sorridere leggerla…

    Piace a 1 persona

  2. Questa volta non concordo con la versione femminile, di telefonate ne ricevo poche, rispondo se posso, sia alle telefonate che ai messaggi, non me lo porto dietro in bagno e non me lo porto sempre dietro e anzi quelli che stanno sempre al cellulare mi danno abbastanza fastidio 😉

    Piace a 1 persona

  3. Non so se questa abitudine è più diffusa tra le donne, di sicuro noi uomini oramai non sappiamo vivere senza cellulare ultimo modello. Comunque un racconto davvero bello, piacevole e scritto con ironia e senso di humor.

    Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...