Passo a due

Come sto?

Sbuca dalla porta e mi prende alla sprovvista. “Come sto?”
“Se non lo sai tu, come faccio a saperlo io” sono tentato di risponderle “al massimo ti posso dire come sto io”. Poi la guardo e capisco che la domanda vuol dire altro. La osservo con attenzione, c’è il rischio di non accorgermi di qualcosa, e dopo sono guai: il vestito è lo stesso di stamattina, le scarpe pure, la faccia uguale, i capelli… ecco, i capelli sono diversi… è andata dalla parrucchiera.
“Bene” rispondo automaticamente senza farci troppa attenzione.
“Cosa vuol dire bene?” insiste poco convinta della mia risposta. “Ho fatto i colpi di sole” annuncia con orgoglio in attesa di reazioni.

“Quanto hai speso?” chiedo distrattamente, tanto per prendere tempo e cercare di capire dove siano i colpi di sole, visto che i capelli sembrano quelli di sempre. Quando mi dice la cifra, sono sicuro che deve aver preso un vero colpo di sole per aver speso così tanto.
“Non è cara” protesta convinta.
“Per fortuna! Se era cara dovevamo accendere un mutuo”
“Come sto?” insiste, cercando di cambiare argomento.
“Bene” non posso dire il contrario, almeno questa volta il colore è quello giusto. Da quando ci sono tante colorazioni diverse, la paura di vederti arrivare a casa una donna diversa da quella che hai sposato è sempre presente.
“Ti ricordi quella volta che ho cambiato colore?”  Come posso scordarmelo, quella volta non ha avuto bisogno di chiedermi come stava. “Che cazzo hai fatto ai capelli?” era uscito spontaneo.

Insomma non ne facciamo mai una giusta! Invece di essere felici che cerchiamo di cambiare per rinnovarci un po’, vi lamentate sempre. Noi lo facciamo per voi, per darvi l’illusione di avere vicino una donna nuova, almeno per il tempo che dura la tinta.
Ma, in tutta sincerità, lo facciamo anche per noi. Voi uomini non potete capire cosa sia per noi l’appuntamento dalla parrucchiera… È un rito, un momento di relax, l’occasione di veder realizzato un sogno: ci abbandoniamo alle sapienti mani della fidata Artemisia chiudendo gli occhi, e speriamo di riaprirli su un nuovo look, che ci faccia sembrare almeno 10 anni più giovani. Non è un caso che le parrucchiere abbiano quasi sempre nomi fantasiosi ed esotici, come le fate delle favole: Morgana, Lorelai, Luna, Samantha. Chi andrebbe da una parrucchiera che si chiama Giovanna? Fine di un sogno. Così ci affidiamo a loro, certe che sapranno consigliarci il taglio giusto, e il colore di tendenza. Non è colpa nostra se adesso va tanto il viola…
In realtà siete solo invidiosi perché noi possiamo sbizzarrirci molto di più rispetto a voi, e siete gelosi perché così attiriamo l’attenzione. E poi sempre a lamentarvi dei prezzi! Cosa volete che siano 300 euro per un trattamento completo. È chiaro che la parrucchiera costa tanto: a parte il lavoro di taglio, colore, piastra, piega e tutto il resto, vuoi mettere tutti i pettegolezzi che ti racconta mentre ti pettina? Una fonte inesauribile di notizie freschissime e soprattutto attendibili, informazioni di prima mano su chi tradisce e chi è tradito, chi ha lasciato e chi è stato lasciato, ma anche politica, cronaca, economia, consigli sulla borsa, e in più le ultime tendenze della moda. E non c’è solo questo: a seconda del periodo dell’anno, dalla parrucchiera puoi trovare idee regalo per Natale, ricette per la cena di San Valentino, recensioni dei migliori ristoranti della città, e qualche idea per delle vacanze alternative. E nel periodo di Sanremo, tutto il festival minuto per minuto, compresi i pronostici sul vincitore.
Sei ancora convinto che abbia speso tanto?

Standard

30 risposte a "Come sto?"

  1. Io lo grande fortuna che MDM (Mia Dolce Metà) non ha manie per tagli dei capelli particolari o per le colorazioni. Si stanno imbiancando e lei li lascia imbiancare senza alcun problema. Adoro questo suo modo di accettarsi.
    Il taglietto ogni tanto lo cambia, ma in effetti le differenze sono minime e io a volte non me ne accorgo proprio.

    Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...