Passo a due

Uomini e donne: mi fai un favore?

Mi chiama dall’altra stanza con la voce dolce delle grandi occasioni.
“Amore, mi fai un favore?”
Dipende da cosa mi chiedi, penso, ma chiaramente non glielo dico e rispondo in automatico “Dimmi amore.”
“Dovresti per favore…” e parte con un elenco interminabile di cose da fare. Ma non aveva detto un favore? Saranno almeno una decina, e poi sta continuando ancora a parlare.
“Va bene, amore” rispondo velocemente, così almeno si ferma, e rimango in attesa di istruzioni.

Arriva dall’altra stanza a passo di marcia, come se avesse fretta.
“Amore ti ho chiesto se mi fai un favore!”
“E io ti ho risposto di sì, amore”. Mi guarda fissa negli occhi.
“Intendevo adesso mi fai un favore, non domani o dopodomani” con una voce che non lascerebbe repliche a un novello sposo.
“Amore arrivo subito, finisco di fare quello che sto facendo e arrivo.”
“E cosa stai facendo?” (sottinteso: di così importante da farmi aspettare)
In realtà non stavo facendo niente, assolutamente niente e stavo benissimo senza fare nulla, ma non posso dirglielo. Vorrei farmi venire in mente qualcosa d’importante ma non mi viene in mente niente che la possa persuadere a lasciarmi in pace, perciò per cavarmi d’impaccio, senza dargliela troppo vinta, rispondo con aria indaffarata.
“Finisco e tra 5 minuti e sono da te.”
“Va bene amore, ma che siano cinque minuti, che poi mi devi dare una mano a fare un’altra cosa.”   
Ma non aveva detto un favore?

Guai a interrompere la siesta pomeridiana del maschio, il riposino che gli serve per riprendersi dalle estenuanti fatiche del lavoro! Ci vuole una bella dose di coraggio e faccia tosta per chiedere un favore al maschio affondato nella poltrona, magari immerso nella lettura di Topolino o impegnato con la PlayStation. Non si disturba il riposo del guerriero, neanche per chiedere di fare una passeggiata la domenica pomeriggio, figuriamoci per chiedere aiuto in casa.
Questo mi ricorda una storiellina che forse conoscete già.
Marito e moglie la sera, davanti alla tv. La moglie ad un certo punto si alza dal divano e dice: “Sono stanca, quasi quasi vado a letto”. Nel corridoio si accorge che ci sono per terra i giocattoli dei bambini, li raccoglie e li mette a posto. Poi va in cucina, svuota la lavapiatti, chiude il sacco della spazzatura e lo mette sul terrazzo, apparecchia la tavola per la colazione del giorno dopo, dà da mangiare al canarino e butta giù una lista della spesa per la mattina. Poi va nella camera dei bambini, gli rimbocca le coperte e guarda che gli zaini siano a posto e i grembiulini in ordine. Mette fuori il gatto, chiude la porta di casa con la sicurezza e poi va in bagno, mette gli accappatoi sul termosifone per la mattina dopo, si prepara per la notte, e finalmente va a letto. A quel punto anche il marito, che era rimasto sul divano, dice: “Sono stanco, vado a letto anch’io.” Si alza, va in bagno, fa pipì, poi si guarda allo specchio e con aria affranta dice: “Che palle, domani devo pure farmi la barba! Che fortuna che hanno le donne…”
In realtà c’è anche un altro finale, volendo. Lui si alza, va in bagno, fa pipì e poi si mette a letto. Quindi si rivolge a lei, con tutta la delicatezza di cui è capace, e le dice: “Beh, non si scopa stasera?”.

Standard

18 risposte a "Uomini e donne: mi fai un favore?"

  1. Sia a casa che in ufficio, i favori li faccio “appena possibile”.
    Non è che mollo tutto, a meno che non ci sia:
    – problema di vita o di morte
    – allagamento
    – incendio
    – fuga di gas
    – esplosione del server (al lavoro)
    Quindi termino ciò che sto facendo, e poi sarò ben lieto di fare il favore, sia a casa che al lavoro.

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...