Passo a due

Fai silenzio che faccio un riposino

“Amore non far rumore per favore, spegni tutto, che ho bisogno di fare un riposino, perché stanotte ho dormito poco” chiede lei con voce gentile.
Mi domando quand’è che stanotte ha dormito poco, visto che è piombata nel sonno appena toccato il materasso, spegnendo sul nascere ogni mio possibile tentativo…
“Vieni a letto presto” mi aveva detto, illudendomi. Invece ha dormito tutta la notte come un sasso, sono sicuro. Ma adesso è stanca, ed è sabato pomeriggio.

Per essere sicura che io spenga tutto, arriva e spegne tutto lei. Ama dormire sul divano in soggiorno, perciò niente tv, niente radio, niente pc.
“Fatti un sonnellino anche tu.”
“Ma io non ho sonno – rispondo – e fuori piove, non posso neanche uscire” provo a dire, ma ormai è già sprofondata nel sonno.
Mi sposto in cucina, ma faccio l’errore di cercare il pentolino per farmi un tè e faccio rumore con le pentole.
“Non ti si può mai chiedere un favore!” urla dalla sala.
Accendo la tv in cucina, senza volume, e la guardo con sempre più interesse; in questi casi ti accorgi di quanto ci guadagnino certi programmi senza volume. Intanto in soggiorno il sonnellino si è trasformato in un sonno profondo.
Forse si sveglia in tempo per andare a dormire.

L’umanità è divisa in due grandi categorie ben distinte: coloro che vorrebbero farsi il riposino pomeridiano, almeno nel weekend, e quelli che invece non ne sentono il bisogno. Non è questione di età (conosco persone giovanissime che vanno a riposare, e altre anche molto anziane, che non ci pensano neppure) e nemmeno di sesso, anche se forse è un’esigenza più sentita dalle donne, che subiscono un carico di lavoro e di stress maggiore, rispetto agli uomini. Anche solo sopportare il principe consorte, infatti, non è fatica da poco.
Il riposino però richiede la collaborazione di tutta la famiglia, il che non è possibile se in casa ci sono bambini, animali o coniugi amanti del fai-da-te. I bambini, si sa, sono imprevedibili, capaci di addormentarsi profondamente nel bel mezzo di un concerto dei Metallica, ma svegli come grilli quando vorresti che dormissero, e quasi mai sincronizzati con la stanchezza degli adulti. Più la mamma crolla dal sonno e vorrebbe poter chiudere gli occhi anche solo per 10 minuti, più loro sono iperattivi e pronti a distruggere la casa se solo li perdi di vista un attimo.
Anche gli animali non hanno un buon tempismo: di solito vogliono uscire quando ti sei appena sdraiata per riposare, mentre quando saresti disposta a farti una bella passeggiata, s’infilano nella cuccia e non ne vogliono sapere.
Il primo pomeriggio poi esercita un’attrazione irresistibile per tutti quelli che hanno qualche lavoretto da fare in casa, siano essi uomini o donne. Pare che l’orario migliore per montare scaffali e mensole, se si vuole che vengano perfettamente orizzontali, siano le 2 del pomeriggio. Deve essere scritto in tutti i manuali di fai-da-te. Se ti metti a fare i buchi nel muro col trapano alle 6 del pomeriggio, viene fuori un disastro. Alle 2 invece riesce benissimo.
Lo stesso deve essere scritto nel manuale della perfetta casalinga per le pulizie di casa: la vicina del piano di sopra ogni giorno, alle 2 in punto, comincia a spostare tavoli e sedie, trascinandoli rumorosamente sul pavimento, per passare l’aspirapolvere. Sembra che in casa sua stia passando il settimo cavalleggeri al completo. Alle 4 è tutto finito. Forse a quell’ora va a dormire, o ci va suo marito.
Ma non ti salvi neppure quando i figli crescono, soprattutto se hanno la passione per la musica. Provate ad avere in casa un quindicenne che suona la batteria in una band… Tutti i sabati a fare le prove in casa. Una volta ho provato a dire “ma perché ogni tanto non andate a suonare da Michele?”.
“Perché sua mamma al pomeriggio va a dormire” è stata la risposta.   

Standard

28 risposte a "Fai silenzio che faccio un riposino"

  1. Io mi faccio il riposino il venerdì pomeriggio ed il sabato pomeriggio.
    Solo in caso di estrema necessità rinuncio a farlo, perché per me è terapeutico.
    Solitamente dorme con me il gatto, che ogni tanto inizia a “fare il pane” e mi sveglia un po’.
    Mi incavolo tuttavia se non mi lasciano in silenzio (moglie e figlio): almeno per un’ora e mezza possono fare attenzione, no?

    Piace a 1 persona

  2. Il mio gatto mi sveglia alle 4 ogni notte. L’ altra notte cominciò a fare il pazzo alle 2. Gli prendono le crisi affettive e se non ha la sua dose di coccole subito butta tutto per aria,con grande felicità dei miei vicini😂Poi però dopo se ci riesco,mi addormento di nuovo fino alle 5.30,sveglia definitiva.

    Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...