Curiosità

Il crisantemo e la sua leggenda

Il crisantemo è un fiore bellissimo, che purtroppo in Italia è associato al lutto, ma per la sua bellezza andrebbe invece rivalutato. In realtà, a parte la suggestiva leggenda che trovate qui sotto, non ci sono motivi particolari per questo abbinamento di crisantemi e cimiteri, se non la stagionalità del fiore, che fiorisce a novembre, proprio in concomitanza con la celebrazione del Giorno dei Morti.

Il suo nome deriva dal greco, e significa letteralmente fiore d’oro. Nelle varie parti del mondo il crisantemo è considerato in modi diversi. In Corea e in Cina ad esempio è il fiore dei festeggiamenti, in Giappone è il fiore nazionale. Non a caso viene raffigurato in dipinti e drappi o nominato nelle opere letterarie. Ogni anno, l’imperatore apre i giardini della sua reggia affinché tutti ammirino la bellissima fioritura dei crisantemi. Comunque, in Oriente in generale, i crisantemi vengono regalati in occasione di matrimoni, comunioni e addirittura compleanni. Nel Regno Unito, si regala per felicitarsi per una nascita, in Australia è il fiore donato per la festa della mamma, mentre negli Stati Uniti simboleggia la gioia e la positività.

Nel linguaggio dei fiori anche il crisantemo ha un suo significato, che è bene conoscere, nel caso lo si voglia regalare: il crisantemo giallo si regala per farsi perdonare qualcosa, visto che simboleggia un amore trascurato, mentre quello rosso indica amore passionale; il crisantemo viola si dona per fare i migliori auguri sul lavoro o per un progetto futuro, mentre verde augura salute e vitalità.

La leggenda del crisantemo narra che in un piccolo villaggio, sperduto tra le montagne del Giappone, in una casetta di legno, abitavano una bambina e la sua mamma. Quando arrivò l’autunno, tutti i fiori nel loro giardino appassirono, tranne una margherita. La bimba decise di salvare i suoi petali dall’inverno: la mise in un piccolo vaso e la portò in casa. Con il freddo, però, la mamma della piccola si ammalò gravemente. La bambina, disperata, prese il fiore e lo portò nel bosco, dove vivevano gli spiriti, e glielo offrì per ottenere la guarigione della mamma. Uno spirito, vedendo la bambina tanto disperata, impietosito, le disse: “Il tuo cuore è grande e voglio aiutarti. La tua mamma vivrà tanti anni quanti sono i petali del tuo fiore”. Ma la margherita aveva pochi petali; allora la bambina li tagliò delicatamente in tantissime striscioline, così tante che si faceva fatica a contarle. Grazie al gesto della bambina, la sua mamma visse ancora a lungo e quel giorno nacque il crisantemo, il fiore dai mille petali.

Standard

19 risposte a "Il crisantemo e la sua leggenda"

  1. Casalinga Sempre Felice ha detto:

    Che bella questa leggenda non la conoscevo!!! Personalmente il crisantemi mi piace molto, la settimana scorsa ho acquistato due piante da esternonche non sono crisantemi ma fanno parte della specie e le ho messe sul balcone per avere un pò di colore anche in inverno altrimenti che tristezza!!!

    Piace a 1 persona

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...