Racconti

Le avventure di una vigilessa

La vigilessa molto carina ferma un’auto con dentro una bella ragazza.
“Buon giorno. Patente e libretto, per favore.”
“Ti giuro, che non c’è più niente tra me e Luca, ci siamo visti solo come amici, per ricordare i vecchi tempi”
“Patente e libretto per favore.”

Il tono della vigilessa non ammette repliche e lo sguardo fisso all’orizzonte mostra totale indifferenza.
“Lo sai che sono fidanzata anch’io, no?”
“Patente e libretto. Sì, conosco il poveretto.”
“Veramente è molto felice da quando sta con me. E lui si fida, non ha problemi se vedo qualche vecchio amico.”
“Poveretto e pure babbeo.”
Mentre tira fuori i documenti, la bella ragazza insiste con tono incalzante.
“Credimi, abbiamo solo parlato delle nostre vite, Luca è innamoratissimo di te.”
“Tantissimo, lo so, così tanto da mentirmi per non farmi soffrire.”
“Non è il caso di fare dell’ironia, sa benissimo che sei gelosa e suscettibile”
“Chi è gelosa e suscettibile? Ma quando mai? Hai commesso un’infrazione, lo sai?”
“Perché, cosa avrei fatto?”
“Articolo 149: non hai tenuto la distanza di sicurezza, che in casi di pericolo non può essere inferiore ai venti metri, anzi, nel tuo caso facciamo almeno 100 metri. Per questa volta la sanzione è la minima, ma d’ora in poi vedi di mantenere la giusta distanza.”
Poi la vigilessa molto carina riconsegna alla ragazza i documenti insieme alla multa e se ne va soddisfatta. La ragazza prova a chiamarla protestando, ma lei si gira solo un attimo, sorridendo.
“E salutami il babbeo.”

Standard

11 risposte a "Le avventure di una vigilessa"

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...