Racconti a puntate

La storia di noi due #53

Qui trovi l’episodio precedente

Enrico era rimasto in silenzio cercando di pensare alla risposta da dare al padre. Cosa avrebbe detto Sabrina se avesse saputo di Tiziana? Quella domanda negli ultimi giorni se l’era posta mille volte, e si era anche chiesto cosa avrebbe pensato lui, se Sabrina gli avesse confessato di essersi presa una sbandata per qualcun altro. Come avrebbe reagito a un’affermazione del genere? Male, malissimo. Nonostante lui si trovasse in quella situazione e quindi forse avrebbe dovuto essere comprensivo, l’idea di dover dividere Sabrina con qualcuno, non gli passava neanche per la mente, e non avrebbe accettato mai nessun tipo di tradimento.

Si era chiesto come fosse possibile voler vivere una relazione parallela, ma non accettare in nessun modo la stessa eventualità al contrario: era un maschilista? O solo un grande egoista? Era sempre stato per le unioni monogame, non avrebbe mai accettato una coppia aperta e ora si trovava a dover decidere cosa fare. Era arrivato alla conclusione che potevano verificarsi solo due possibilità, e in entrambi i casi avrebbe perso una delle due donne.
Se Sabrina fosse stata comprensiva, forse lo avrebbe perdonato, ma sicuramente gli avrebbe chiesto di chiudere immediatamente la storia con Tiziana; se invece Sabrina si fosse arrabbiata, avrebbe anche potuto mollarlo su due piedi, e lui l’avrebbe persa. Dunque, come l’avrebbe presa Sabrina?
“Male, malissimo, penso che mi lascerebbe immediatamente.”
“Quindi potresti poi vivere la tua storia con Tiziana ed essere felice.”
“Detta così, sembra facile, ma non lo è, e dovresti capirlo bene anche tu. Sabrina mi odierebbe e starebbe malissimo, e io la amo, tutto voglio meno che farla soffrire e farmi odiare.”
“Quindi mentire e imbrogliarla è sicuramente meglio per continuare a farti amare?” Il tono di Marco era ironico, ma non troppo.
“Non sei tu quello che mi hai detto di non dirle niente?”
“Certo, il fatto era appena successo e bisognava riflettere, non agire d’impulso. Ma alla fine una scelta dovrai pur farla.”
Mentre diceva così, Marco pensava a se stesso, e a quanto sia più facile dare consigli agli altri piuttosto che decidere per se stessi.
“Lascia Tiziana, in fondo la storia è appena iniziata, lei ci rimarrebbe male, ma forse capirebbe, se tu fossi sincero.”
Quella di Marco era una provocazione, per vedere come avrebbe reagito il figlio e quanto ci tenesse a Tiziana.
Enrico guardò il padre con astio, sembrava che lo stesse prendendo in giro e non capisse la situazione drammatica in cui si trovava.
“Allora non vuoi capire – esclamò Enrico, quasi con rabbia – non voglio perdere Tiziana!”
“Quindi facciamo il punto: non vuoi perdere né Sabrina né Tiziana. Potresti fare a giorni alterni, o a settimane alternate, come idea non mi sembra male; ti basta solo trovare una scusa per giustificare le tue assenze e sei a posto.” Il tono di Marco era di nuovo ironico, ma Enrico non era dell’umore giusto per scherzare e aveva guardato il padre quasi con odio.
“Dovevo immaginare che uno come te non avrebbe certo potuto capire! Cosa vuoi saperne tu di amore e di passione…”

Continua…

Standard

13 risposte a "La storia di noi due #53"

  1. Pingback: La storia di noi due #54 | Centoquarantadue

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...