Racconti

Le avventure di una vigilessa

La vigilessa molta carina ferma un’auto con un uomo  che sta parlando al cellulare.
“Buon giorno patente e libretto. Sa che è vietato parlare al cellulare mentre si guida?” dice con tono di fermo rimprovero.
“Ma io non stavo parlando, stavo ascoltando; è mia moglie che parlava.”
“Bene, fa anche lo spiritoso. Patente e libretto.” insiste la vigilessa molto carina. 

“Non faccio lo spiritoso, sul serio io non parlo. Parla solo lei – dice l’uomo porgendo patente e libretto – anche a casa parla solo lei.”
“E si aspetta che le creda?”
“Anche se parlo, non mi ascolta – dice l’uomo con tono sconsolato – provi a chiederlo direttamente a lei.” La vigilessa carina prende il cellulare, lo appoggia all’orecchio, e sente una voce di donna che parla in continuazione.
“Pronto, signora?” prova a dire la vigilessa, ma la donna continua a parlare.
“Signora! – urla la vigilessa molto carina – Si fermi un attimo e riprenda fiato.”
“Ma lei chi è? – chiede la donna al telefono – io stavo parlando con mio marito… dov’è finito?” chiede preoccupata. 
“Sono un vigile, sto multando suo marito perché guidava l’auto e stava parlando al telefono con lei.”
“Ma non è vero, lui non parlava, ero io che parlavo – dice la signora – me lo passi per favore, non avevo finito.” 
La vigilessa molto carina riconsegna il telefono all’uomo nell’auto.
“Tutti umoristi in famiglia, eh? Sua moglie vuole parlare con lei, intanto io compilo la multa.”
L’uomo prende il telefonino e ascolta distrattamente la moglie.
“Non potrebbe fare un’eccezione?”
“Altro che eccezione: guida con cellulare, 5 punti in meno, e 10 per guida in stato di grave alterazione psichica indotta dalla moglie.” dice la vigilessa molto carina, cercando di rimanere seria.
L’uomo la guarda stupito.
“Va bene, stavo scherzando. Non crederà di avere il monopolio dell’umorismo. Sono 5 punti e 161 euro di multa. E’ il minimo che posso farle, non tanto per il cellulare, quanto per la moglie che si è preso.”
La vigilessa consegna la multa e sta per andarsene, poi si gira con un sorriso.
“Dovrebbe ringraziarmi: potrà rinfacciarle la multa per un bel pezzo e ora ha anche un’ottima scusa per non risponderle più.”

Standard

17 risposte a "Le avventure di una vigilessa"

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...