Racconti a puntate

La storia si noi due #60

Qui trovi l’ultimo episodio

Pensando a Sara e alla loro situazione, al Natale imminente e a tutto il resto, a Marco era tornato in mente lo scambio di idee tra Anna e Caterina di quella famosa sera. In realtà ci aveva rimuginato su parecchio, da allora. Quando Caterina aveva replicato ad Anna, chiedendo cosa avrebbe dovuto fare, secondo lei, invece di lasciare Filippo, Anna le aveva risposto che avrebbe potuto continuare a vedere Cristiano, ma fare finta di niente per non fare soffrire il marito. Marco si ricordava bene le parole che aveva usato Anna, lo avevano colpito moltissimo.

“Tutti criticano l’ipocrisia, ma un po’ d’ipocrisia è fondamentale nei rapporti umani e anche con le persone care. Filippo non è una cosa che puoi gettare via come se niente fosse. Filippo è un uomo che ti vuole bene e ti ama, e anche tu vuoi bene a lui. Forse non lo ami più con passione ma gli vuoi ancora bene. Non ti dico di fingere, non è la parola giusta, ma un po’ di ipocrisia in questi casi aiuta. Invece di prendere su e andartene, avresti potuto continuare la tua storia con Cristiano, facendo attenzione che non si sapesse in giro, così come d’altronde hai fatto finora. Filippo avrebbe finto di non sapere, e ti avrebbe lasciato vivere la tua relazione. Non ti avrebbe mai rinfacciato niente, anzi ti sarebbe stato sempre grato di essere rimasta accanto a lui.”
Le parole di Anna avevano stupito sia Caterina che Marco. E Marco si era chiesto se Anna sapesse di Sara, se avesse fatto finta di nulla, perché l’importante per lei era che lui le rimanesse vicino. Forse il non chiedere mai niente, il non indagare, era come un tacito patto per Anna: vivi la tua storia, ma l’importante è che resti qui. Questi erano stati i pensieri che erano passati nella mente di Marco, ma non aveva detto nulla. Caterina invece aveva provato a controbattere.
“Quindi, secondo te, io dovrei restare con Filippo e poi vedermi con Cristiano, magari passare ogni tanto un weekend insieme, con una scusa?”
“Esattamente – aveva risposto Anna – tu potresti vivere la tua passione, e rimanere accanto a Filippo, così nessuno soffrirebbe. Filippo sa quali sono le sue mancanze e non farebbe certo storie.”
Sembrava quasi che Anna stesse trattando al posto di Filippo, come se, attraverso lei, il marito stesse dicendo a Caterina “torna a casa, ti prego, e poi vivi pure la tua avventura con chi vuoi, con discrezione, senza umiliarmi davanti alla gente, ma per favore resta con me”.
“Non significa mentire e neanche essere falsi, ma soltanto mettersi d’accordo, accettare che l’altro sia felice, concedergli un po’ di libertà, senza dover soffrire in prima persona e senza essere accantonato come qualcosa che non serve più. Credo che tra persone che si vogliono bene e si rispettano da tanti anni, si possa chiudere un occhio, e magari anche due.”
Marco non poté fare a meno di chiedersi se Anna avrebbe mai accettato un compromesso del genere, e se quel compromesso avrebbe potuto soddisfare anche Sara.

Continua…  

Standard

20 risposte a "La storia si noi due #60"

  1. “Invece di prendere su e andartene, avresti potuto continuare la tua storia con Cristiano”: ottimo consiglio, ma difficilmente lo si “somministra” in tempo…
    “vivi la tua storia, ma l’importante è che resti qui”: vero, ma ci sono donne che diventano delle vere e proprie “carceriere”, ad ogni costo.

    Piace a 1 persona

  2. Pingback: La storia di noi due #61 | Centoquarantadue

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...