L'edicola del 142

L’edicola del 142

Anche oggi vi proponiamo alcune notizie rigorosamente vere, ma talmente assurde da sembrare false. Buona lettura!

Vita da cani

Lione – Secondo una rigorosa ordinanza emanata dalle autorità municipali, per la salvaguardia della quiete pubblica, il tempo concesso ai cani per abbaiare impunemente è fissato in 15 minuti, di notte, e 30 durante il giorno. Inoltre è entrata in vigore una precisa direttiva per cui un cane ha a disposizione soltanto un morso per manifestare la propria “antipatia” verso una persona. Dal secondo morso, infatti, scatta la multa per il proprietario.

Niente lenti a contatto per i polli inglesi

Londra – I polli britannici non potranno portare lenti a contatto. Lo ha deciso il ministro dell’Agricoltura, che ha definito “inconcepibile” la proposta. Lo scopo delle lenti colorate per i polli, inventate in America, è quello di diminuire l’aggressività dei pennuti, riducendone il campo visivo. Il ministro si è riservato di prendere provvedimenti d’emergenza per stroncare ogni tentativo di introdurre in Gran Bretagna una pratica che ha definito “oltraggiosa”.

Presenta il conto alla madre e lei lo vuole picchiare

Cleveland – Un meccanico ha presentato il conto a sua madre che aveva richiesto alcune riparazioni sull’auto, e lei si è rivolta a un giudice per far condannare il figlio alle “frustate risparmiategli nell’infanzia”. Il figlio le aveva chiesto più di duemila dollari per il lavoro fatto, e la donna lo ha citato in giudizio sostenendo di aver diritto a prestazioni gratuite, come riconoscimento dei sacrifici materni. Il giudice le ha dato ragione, ma non ha accolto la sua richiesta di poterlo prendere a cinghiate.

Imputato alla sbarra chiede una giuria di nani

New York – Ha 25 anni, alto un metro e trentasei centimetri, è imputato di omicidio e ha fatto richiesta di una giuria di nani come lui. “Solo loro possono capirmi – ha detto – e ho diritto di essere giudicato da una giuria di miei simili.” Il ragazzo è accusato di aver ucciso il nonno paterno in un impeto d’ira. “Nessuno mi ha mai preso sul serio in casa, continuavano a trattarmi come un bambino perché la mia statura non cresceva.” Il giovane aveva anche cercato di arruolarsi nell’esercito, ma era stato deriso. Il giudice, un texano di un metro e ottanta, ha respinto la sua richiesta.

Le notizie sono liberamente tratte da: Scoppia il maiale, ferito il contadino di Tiziano Resca e Paolo Stefanato.

Standard

27 risposte a "L’edicola del 142"

  1. Purtroppo non è uno scherzo.
    Ai polli non vengono messe le lenti a contatto, ma vengono “Installati” speciali occhiali che ne limitano la visibilità. Il tutto per diminuire la loro aggressività. Io lo trovo offensivo ed innaturale.
    Vedi foto.

    Piace a 1 persona

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...