Il silenzio è d'oro

Gioacchino Rossini

*****

“Quando Rossini morirà, chi resterà per promuovere le sue opere?”
Richard Wagner

Standard

5 risposte a "Gioacchino Rossini"

  1. A Rossini è attribuito uno degli aneddoti più cattivi che io conosca.
    Siamo nel maggio del 1864, a Parigi, e muore Giacomo Meyerbeer, operista tedesco attivo soprattutto nella capitale francese, dove aveva fatto amicizia con Rossini, anch’egli da anni colà residente: Va detto che i due compositori nutrivano l’uno per l’altro profondissima stima.
    Meyerbeer è dunque passato a miglior vita. Il giorno seguente, un nipote del defunto si reca da Rossini e gli consegna una partitura: “È una marcia funebre che ho composto per mio zio”, dice il giovanotto, “Poiché vorrei farla suonare durante le esequie, umilmente chiedo la vostra approvazione”. Rossini esamina la composizione, solleva un sopracciglio e infine dice: “Va bene, avete la mia approvazione. Certo, molto meglio sarebbe se foste morto voi e la marcia funebre l’avesse composta vostro zio”.
    🙂

    Piace a 1 persona

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...